Conad, conquistata la qualificazione alla final four di Coppa Italia

Lamezia Terme, Domenica 11 Febbraio 2018 - 09:46 di Redazione

Conquistata la qualificazione alla final four di Coppa Italia la testa torna al Campionato che propone, per la quindicesima giornata nel girone H, la sfida in casa dell’Us Volley Modica. Pratica archiviata in tre set molto più tirati di quanto la classifica possa far immaginare.  Nacci da fiducia al sestetto +1 che aveva battuto martedì sera Leverano, Gerosa-Spescha diagonale principale, Alborghetti-Turano al centro, Garofalo-Del Campo sulle bande, Zito libero.  Modica mette subito la testa avanti di un break con il muro di Pappalardo sul tentativo di pallonetto di Garofalo (4-2), poi è un attacco di Genovese murato fuori dai giallorossi a valere il  +3 siciliano seguito da un ace di Battaglia (7-3).La rimonta dei lametini parte con un attacco del capitano seguito da un ace di Garofalo e un attacco vincente di Del Campo (8-7). I lametini sono però fallosi e lucidi in questo avvio di gara , Modica approfitta degli errori avversari e si riporta avanti di 3 (15-12). Nacci cambia qualcosa fuori Garofalo dentro Bruno, fuori Spescha dentro Sarpong. La mossa paga, la Conad sbaglia meno e costringe invece Modica a qualche errore in più. Un attacco vincente di Del Campo e uno spedito in rete di Battaglia valgono il sorpasso (18-19). Sul 22-24 Lamezia spreca due palle per chiudere il set, ma alla terza occasione è un attacco fuori di Genovese a regalare la prima frazione alla Conad (24-26). Alla ripresa del gioco tornano in campo Spescha e Garofalo per Sarpong e Bruno. Il primo break del set è in favore della Conad (7-10) grazie ad un ace di Alborghetti, un muro di Turano su Di Pasquale e una doppia fischiata in palleggio a Curridori. Modica punto dopo punto ricuce lo strappo (16-16). Un ace di Genovese permette a Modica di completare il sorpasso (18-17). L’immediato controsorpasso Conad è firmato da un muro di Turano (19-20), il centrale di Montalto si ripete poco dopo portando la Conad sul +2 nel momento decisivo (20-22). Si arriva al set point con lo stesso vantaggio 22-24. Modica annulla la prima palla set per i lametini ma il servizio lungo di Melilli chiude il parziale 23-25.  Cambiano le bande nel terzo set, dentro Bruno e Polignino per Garofalo e Del Campo. L’inizio per i lametini è però in salita perché Modica, soprattutto a muro e al servizio, non sbaglia più nulla. La Conad invece si mostra poco lucida e convinta, la ricezione non funziona a dovere così come il muro e i troppi errori in battuta complicano ulteriormente le cose (8-4). Poi però va al servizio Polignino e la musica cambia, 3 aces del numero 12 (due consecutivi), due attacchi vincenti di Spescha e Bruno e un errore in attacco di Di Pasquale portano la Conad sul +3 (9-12). Il divario aumenta ancora (11-16) grazie ai palloni messi a terra da Bruno e Turano.  La luce si spegne di nuovo e Modica torna sotto (16-18). Nacci cambia ancora dentro Gaetano per Alborghetti e quindi cambia la diagonale principale dentro Alfieri-Sarpong fuori Spescha-Gerosa e la Conad torna ad allungare (19-23). C’è spazio anche per Chirumbolo all’esordio assoluto in serie B. E’ Sarpong a chiudere il set e la gara 22-25. 

Us Volley Modica: Curridori 3, Battaglia 13, Pappalardo 10, Modica 4, Di Pasquale 7, Genovese 8, Assenza lib, Melilli 1, Vitanza 2.   Non entrati: Turlà,  Incatasciato, Tona, Dormiente.  Allenatore: Manuel Benassi      

Conad Lamezia: Gerosa, Spescha 13, Alborghetti4, Turano 6, Garofalo 4, Del Campo 7,  Zito lib., Bruno 7, Sarpong 4, Polignino 5, Gaetano 1,  Alfieri, Chirumbolo .  Non entrati: nessuno Allenatore: Vincenzo Nacci      

Arbitri: Gabriele Priolo e Ferdinando Giordani di Catania



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code